#Digital #Education: «Il Digitale Utile, l’Utile del Digitale». Che cosa significano queste parole, alla base del corso ideato, organizzato e tenuto da Rachele Zinzocchi*?
*Digital Strategy R&D Consultant, Public Speaker, Coach, Author, nella Top 5 dei LinkedIn Most Engaged and Influencer Marketers per l’Italia

3 i concetti chiave, ancora mai declinati in questa veste:

1. Avviare una nuova, responsabile, etica consapevolezza del Digitale
2. Che lo intenda come strumento, non buono né cattivo in sé, ma in base all’uso che se ne fa
3. Per aiutare tutti a usare bene – in modo sicuro, proficuo - il Digitale: Internet e Web, social network, social media, il mondo tecnologico, parte ormai integrante di uffici e case, del nostro modo di pensare e persino di vestire.
10 anni fa, i primi scoppi di entusiasmo collettivo, con tanto di candidatura di Internet al Premio Nobel per la pace. Negli anni, poi, un’onda di segno contrario, non meno pericolosa. Spinta anche da una cronaca sempre più concitata e da notizie drammatiche circa le conseguenze di un uso distorto, criminoso della Rete, sale la tendenza a condanne, controlli, censure, catene, manipolazioni del Digitale stesso. Per non restare «intrappolati nella rete» e nei suoi eccessi opposti, per evitar che il mondo digitale - il nostro mondo - ci imploda tra le mani, urge passare dalla chiacchiera all’aiuto. Intendere cioè le «conversazioni» online e offline - la parola detta e scambiata in Rete - non come «chiacchiera vana» ma come «parola utile-per-te»: dialogo, colloquio autentico, condivisione di esperienze utili-per-te. Urge una nuova Educazione Digitale – una «Educazione Civica Digitale» che sia, in primis, «Educazione» - capace di interpretare la Rete come uno strumento, da usar bene per il bene: un mezzo, buono o cattivo solo in base al modo in cui lo si usa. Come un martello: utilizzabile bene, per appendere un chiodo, o male, per uccidere qualcuno. L’uso fattone finora? Spesso pessimo. Se vogliamo un «digitale utile» che esplichi tutto l’«utile del digitale», anche e proprio a scopo educativo, occorre imparare a usare bene il Digitale: come strumento di aiuto. Un Digitale consapevole, responsabile, etico e, così, proficuo per il business e la vita nostra e dei nostri figli: tutelandoci dai pericoli insiti nei nuovi media e, al contempo, scoprendo i benefici che il Digitale, e solo il Digitale, può determinare per la società tutta.


Course aims:

  • Improve your language skills
  • Be fluent at oral test
  • Avoid "black - out" at written test

 1° modulo LE DIMENSIONI DELLA CREATIVITA’

Lunedì 25 settembre 2017 - ore 18:30 

Viale Romania, 32 - Aula A 307 a 


1. Il talento universale, i principali blocchi, come liberarsene

2. Fluidità, flessibilità, originalità

3. La creatività personale, come stimolarla e svilupparla

4. La creatività collettiva, come animare i gruppi di ricerca

a) le regole del gioco

b) il ruolo dell’animatore

5. Le 5 tappe del processo

a) Percezione

b) Analisi

c) Produzione

d) Selezione

e)Applicazione-Azione



 2° modulo LA COMUNICAZIONE EFFICACE

Martedì 10 ottobre 2017 - ore 18:00

Viale Romania, 32 - Aula A 407 b

La comunicazione come inter-azione: quello che ho comunicato è quello che l’altro ha capito.

Comunicazione verbale e non verbale: il dialogo di successo.

Le tre parti dell’Io :

 - Bambino

 - Adulto

 - Genitore

Le transazioni (fra due o più persone)

 - Complementari

 - Incrociate

Come elaborare un piano di comunicazione efficace


 3° modulo LA SFIDA DELL’INNOVAZIONE

Giovedì 12 ottobre 2017 - ore 18:00

Viale Romania, 32 - Aula A 305 b


I tre livelli :

 - Individuale

 - Collettivo (l’azienda)

 - Globale (il paese)

I blocchi all’innovazione:

 - Sociali

 - Aziendali

 - Personali

Le risorse da mobilizzare:

 - Individuali

 - Collettive

 - Come superare/aggirare le principali barriere

Le funzioni da coinvolgere:

 - Il Marketing

 - Le Risorse Umane

 - Il Vertice

L’innovazione personale : le start-up

Hubert Jaoui è uno dei maggiori esperti di Creatività applicata, disciplina nata negli USA negli anni '60.

Jaoui ne ha conservato l'aspetto pragmatico e ottimista arricchendo l'approccio con il nostro retaggio culturale, da Eraclito a Leonardo e Cartesio, passando da Assagioli, Maslow, Berne, Ericson e Levi-Montalcini. Ricerche e collaborazioni permanenti con colleghi, clienti ed esperti mondiali continuano a far evolvere il metodo e a estendere il campo delle applicazioni, dall'innovazione tecnologica e commerciale allo sviluppo personale.

Ha studiato Filosofia, Geologia, Ingegneria e Business Administration. Dopo un percorso che parte dalla ricerca scientifica per arrivare a svolgere l’incarico di responsabile marketing di nuovi prodotti, ha fondato nel 1973 l'istituto GIMCA (www.gimca.net) oggi operante in Europa come motore di innovazione presso aziende private e pubbliche.

Le attività svolte dai consulenti dell’Istituto Gimca sono prevalentemente di tre tipi:

• Ricerche creative integrate orientate alla creazione di prodotti/servizi

• Training di manager, ricercatori, formatori per trasmettere loro il processo e gli strumenti della Creatività strutturata

• Comunicazione aziendale, mirata alla gestione del cambiamento e innovazione

La loro specificità è nell’applicazione del metodo PAPSA, creato da Hubert Jaoui, che utilizzano nei vari “cantieri” dove sono coinvolti.

Il metodo PAPSA è suddiviso in 5 Tappe :

1. Impregnazione totale dei dati riguardanti il problema (Percezione) 

2. Diagnosi e riformulazione dell’obiettivo reale (Analisi) 

3. Soluzioni al problema (Produzione) 

4.Scelta delle soluzioni (Selezione) 

5. Applicazione della soluzione (Azione)

Hubert Jaoui è membro di facoltà della “Foundation for Creative Education” di Buffalo (USA). 


È autore dei seguenti libri: 

CREA PRAT, Tecniche di creatività pratica,  Tirrenia Stampatori;  

LA CREATIVITA’ istruzioni per l’uso, Franco Angeli;  

CREATIVITA’ PER TUTTI, Franco Angeli;

LA COMUNICAZIONE PRATICA AL SERVIZIO DELLE IMPRESE, Franco Angeli; 

TUTTI INNOVATORI,  Il sole 24 ore; 

VIVERE A COLORI, Franco Angeli; 

L’INTELLIGENZA CREATIVA Strumenti per educatori e insegnanti, La Meridiana; 

L’ESTRO CREATIVO, Hermes Edizioni;

L’AVVOCATO DELL’ANGELO (con Isabella Dell’Aquila) Franco Angeli; 

BUSINESS E CREATIVITA’ (Videocorso in DVD), Macro Video;

SIAMO TUTTI CREATIVI Liberare l’immaginazione e vivere meglio BUR Rizzoli;

66 TECNICHE CREATIVE PER FORMATORI E ANIMATORI Franco Angeli;